E-book reader: cosa sono e quale scegliere

Negli Stati Uniti il mercato dei libri in formato digitale (E-book) è passato da 0,8% nel 2008 al 13,8% nel 2010 (dati AAP/BISG 2010). In Italia nel 2011 il settore ha raggiunto una quota di mercato dell’1,5%, con aspettative di crescita del 3% per il 2012 e la prospettiva di attestarsi  tra il 5 e il 7% nel 2015 (dati eDigita).

Continua a leggere

Social network e privacy: come trovare e mantenere l’equilibrio

I social network sono una gran cosa: ci permettono di ritrovare amici persi di vista, di creare reti di relazioni per fini personali o professionali. Sono un bel passatempo: curiosiamo nei fatti altrui, comunichiamo, giochiamo. I social network sono gratuiti!

Nei social riversiamo il nostro tempo, grazie ad essi ci raccontiamo: Facebook ci aiuta a scrivere il “diario della nostra vita”, Google tiene traccia delle nostre ricerche, Foursquare ci permette di segnare i nostri spostamenti, in una gara con gli amici per vedere chi vista più posti!

Continua a leggere

Evernote: Agenda, appunti… il tuo ufficio sempre con te!

Evernote è un servizio gratuito che permette di organizzare al meglio la propria attività lavorativa, soprattutto se questa avviene in mobilità.

Questo servizio permette di salvare

  • le note (appunti, codici di prenotazione, cose da fare,..)
  • indirizzi di siti web e testi dalle pagine di internet
  • citazioni di testi in formato e-book
  • foto di posti, cibi, lavagne

Continua a leggere

Pinterest: il social network delle immagini

Pinterest è un social network che ha avuto un vero e proprio boom a fine 2011 (11 milioni di nuovi iscritti nella settimana di Natale). Creato due anni fa da Paul Sciarra, Evan Sharp e Ben Silbermann a Palo Alto (California).

Questo network si focalizza sulle immagini, ogni iscritto può caricare delle immagini che ha sul proprio computer, oppure può segnalare a tutti i propri amici un’immagine già presente sul social network, l’equivalente di un retweet  (Twitter) o di una condivisione (Facebook).

Continua a leggere

Stop Online Piracy Act tra anti pirateria e censura

In seguito al diffondersi della pirateria informatica l’FBI il 19 gennaio ha chiuso i siti di Megaupload e Megavideo. Questi servizi sono stati accusati di aver violato il copyright causando danni per oltre 50 milioni di dollari alle case cinematografiche. La chiusura di questi siti è avvenuta mentre il Congresso americano stava discutendo sul SOPA.

Lo Stop Online Piracy Act (SOPA) è una proposta di legge presentata il 26 ottobre 2011 alla Camera dei rappresentanti statunitense dal deputato repubblicano Lamar S.Smith.

Continua a leggere