IGoogle: la tua bussola per orientarti sul web

IGoogle è un servizio che permette di inserire in unica pagina tutti gli elementi utili per l’attività quotidiana in rete.

Nel 2007 è stato chiamato ufficialmente Google Personalized Homepage, inizialmente il servizio permetteva di visualizzare i feed RSS dei siti di maggiore interesse.  Oggi IGoogle è utilizzato da più di 7 milioni di persone,  più del 20% di coloro che hanno impostato Google come home page utilizzano questo servizio (fonte Wikipedia).


Continua a leggere

Annunci

Costruire web company di successo

Ieri pomeriggio (17 novembre 2011) si è tenuto, presso l’aula magna della Facoltà di Economia di Torino, il convegno intitolato Costruire web company di successo: anche in Italia si puo!

All’inizio del convegno è stato presentato il libro La troppo breve storia di un sognatore. Paolo Geymonat il papà di Bakeca curato da Sergio Chiarla. Il libro, disponibile anche in formato e-book, racconta attraverso documenti e testimonianze i primi passi di Bakeca.it.

  Continua a leggere

My Table: una startup gustosissima

Nel 2010, dopo anni di duro lavoro, tre giovani laureati hanno messo on line MyTable. Si tratta del primo servizio di prenotazione ristoranti a livello europeo. A differenza degli altri sistemi, che necessitano della conferma della prenotazione da parte dell’esercente, MyTable permette di conoscere le disponibilità di tutti i ristoranti che aderiscono al servizio e di prenotare in tempo reale.

Al momento è possibile prenotare in oltre 48 città italiane (nella sola Torino sono più di 100 i ristoranti aderenti).

Continua a leggere

Anobii: il social network dei libri

Diversi anni fa, insieme a Matteo, avevamo ragionato su come schedare in modo rapido tutti i libri che avevamo. Avevamo pensato di identificare i libri leggendo il codice ISBN , tramite un lettore di codici a barre. Successivamente avremmo fatto girare uno script che estraeva le informazioni opportune da Internet (titolo, autore, editore) e le associava a ciascun libro . Matteo aveva anche pensato di abbinare ad ogni libro le recensioni e il rating.

Neanche a dirlo, nel giro di pochi anni ecco spuntare Anobii, deriva dal nome dell’Anobium punctatum, il “tarlo della carta”; nei paesi anglosassoni con questo epiteto viene metaforicamente indicato chi passa molto tempo sui libri (tratto da Wikipedia).

Continua a leggere

Happy Birthday Web

Nel 1991 Tim Berners Lee creò la prima pagina web, realizzò anche altre importanti innovazioni , ad esmpio il primo server web. Berners Lee oggi  è il direttore del W3C, l’organizzazione internazionale che fissa gli standard per il web (ad esempio gli standard che devono essere rispettati dai siti web per essere consultati da persone ipo vedenti o cieche).

Il primo sito Internet della storia

Continua a leggere

Il futuro di Flash

Il 9 novembre 2011 Adobe, la società che ha creato tra gli altri Adobe Reader (il più famoso software per visualizzare i file PDF) ha deciso di non sviluppare ulteriormente Flash (il software che permette di visualizzare animazioni all’interno dei siti web).

Questa decisione è dovuta la fatto che, nonostante gli sforzi, i siti realizzati in flash girino troppo lentamente sui dispositivi mobili (es. smartphone). Adobe ha così deciso di adeguarsi al nuovo HTML 5 in modo che le sue applicazioni vengano supportate da tutti i sistemi operativi.

Continua a leggere