Evernote: Agenda, appunti… il tuo ufficio sempre con te!

Evernote è un servizio gratuito che permette di organizzare al meglio la propria attività lavorativa, soprattutto se questa avviene in mobilità.

Questo servizio permette di salvare

  • le note (appunti, codici di prenotazione, cose da fare,..)
  • indirizzi di siti web e testi dalle pagine di internet
  • citazioni di testi in formato e-book
  • foto di posti, cibi, lavagne

Continua a leggere

Annunci

I’m Watch il computer da polso

La prima immagine che ci viene in mente quando pensiamo a un computer da polso è probabilmente quella di Supercar in cui il protagonista utilizzava l’orologio per comunicare con la propria automobile.

I’m Watch è il primo orlogio da polso che permette di accedere a informazioni e risorse che sono abitualmente disponibili tramite pc o smartphone.

Continua a leggere

Anobii: il social network dei libri

Diversi anni fa, insieme a Matteo, avevamo ragionato su come schedare in modo rapido tutti i libri che avevamo. Avevamo pensato di identificare i libri leggendo il codice ISBN , tramite un lettore di codici a barre. Successivamente avremmo fatto girare uno script che estraeva le informazioni opportune da Internet (titolo, autore, editore) e le associava a ciascun libro . Matteo aveva anche pensato di abbinare ad ogni libro le recensioni e il rating.

Neanche a dirlo, nel giro di pochi anni ecco spuntare Anobii, deriva dal nome dell’Anobium punctatum, il “tarlo della carta”; nei paesi anglosassoni con questo epiteto viene metaforicamente indicato chi passa molto tempo sui libri (tratto da Wikipedia).

Continua a leggere

Il futuro di Flash

Il 9 novembre 2011 Adobe, la società che ha creato tra gli altri Adobe Reader (il più famoso software per visualizzare i file PDF) ha deciso di non sviluppare ulteriormente Flash (il software che permette di visualizzare animazioni all’interno dei siti web).

Questa decisione è dovuta la fatto che, nonostante gli sforzi, i siti realizzati in flash girino troppo lentamente sui dispositivi mobili (es. smartphone). Adobe ha così deciso di adeguarsi al nuovo HTML 5 in modo che le sue applicazioni vengano supportate da tutti i sistemi operativi.

Continua a leggere